Tutti i post della categoria Senza categoria
GD Star Rating
loading...

SEO-SEM-ben-fatto

Per chi è alla ricerca di una Web Agency moderna, innovativa, giovane e dinamica, Optimized Group è il partner web leader nel settore del Web Marketing a 360 gradi. Dal Seo al Sem, dalla creazione di siti web e ecommerce sino ai Social Media alle attività di Digital PR, Optimized Group si compone di un team di professionisti del web che hanno maturato importanti competenze ed esperienze al fianco di diverse realtà nazionali ed internazionali. Presente a Milano, Londra e Gothenburg, Optimized Group è una Web Agency dal profilo internazionale, leader di successo in diversi settori del web, ha seguito e segue progetti di comunicazione online studiati e strutturati in maniera innovativa e vincente.

Leggi tutto »

GD Star Rating
loading...

http://it.mobileshop.eu/includes/image.inc.php?i=L2hvbWUvd2Vic2hvcC9wdWJsaWNfaHRtbC91cGxvYWRzL3BpY3R1cmVzL0FwcGxlX0lwaG9uZV81U18xNkdCX1doaXRlX0Zyb250X0JpZy5qcGc=&h=NTAw&w=NTAwSe avete un iPhone o iPad e volete avere tutte le novità musicali sul vostro dispositivo, basta visitare AppStore e scaricare Music Finder, un programma che serve per scaricare musicagratis e legalmente, ma nasconde anche un trucco per scaricare musica in modo non legale.

E’ l’applicazione stessa che vi fa permettere l’accesso alle banche dati di LastFm, Artist Server, Jamendo e Live Music Archive dove si può trovare tanta musica gratuita, la quale di solito non è molto nota e non è protetta da copyright, in modo da poter usare per quello che si vuole, ma l’applicazione ha anche un motore di ricerca dove è possibile trovare tutto su Internet ed anche tanta musica da scaricare.

Lo sviluppatore dice che l’ applicazione è solo per scaricare la musica legalmente e che la ricerca è una caratteristica non destinata per il download di musica da Internet, ma tutti possono utilizzarla come vogliono. Il lato giuridico non sarà il nostro argomento questa volta.

Nell’applicazione è sufficiente fare clic su “come scaricare musica” per accedere alla pagina delle opzioni per il download, poi basta fare un clic sul pulsante di download della canzone che avete scelto e verrà scaricata sul vostro iPhone. È possibile ascoltare le canzioni nell’applicazione stessa, che ha l’opzione di condividere sui social network e ci è possibile fare le liste della musica preferita.
http://a3.mzstatic.com/us/r30/Purple/v4/ed/83/a7/ed83a765-c196-5460-a325-daf23282f388/screen568x568.jpeg

La politica attuale dei produttori di iPhone, la famosissima azienda Apple, non è di sostenere la pirateria, quindi, loro invitano gli utenti di comprare la musica legalmente e utilizza l’ applicazione per scaricare quelle canzoni che sono gratis. Dalle opzioni di applicazione è possibile controllare quante canzoni vengono scaricate contemporaneamente e si possono anche evitare dei fastidiosi banner pubblicitari, poi è possibile navigare da essa, come se fosse Firefox, Chrome, Safari, ecc..

Alla fine possiamo dire che è un’applicazione molto utile se si vuole scaricare la musica, si può usare senza aver paura per i diritti d’autore, quindi è possibile scaricare canzoni completamente legale  essendo accettata in App Store. Uno dei motivi per cui è da provare è perché utilizza anche una ricerca integrata.

Il costo di Music Finder è 1,99 dollari.

Se preferite le applicazioni più classiche per ascoltare la musica sul vostro smartphone, potete sempre optare Shazam, disponibile e gratuita per gli utenti Android o Sound-Hound.

GD Star Rating
loading...

Sono davvero molto numerosi i corsi di formazione professionale che possono essere seguiti per lavorare nel mondo dell’IT e del Cloud Computing, tutti corsi di formazione validi e di alta qualità che permettono di dare anno dopo anno uno slancio in più alla propria carriera. Dobbiamo ammettere però che ci sono dei corsi che possono essere considerati migliori degli altri, corsi di formazione che permettono di rimanere sempre sulla cresta dell’onda, che permettono di essere delle figure professionali di grande attualità, che permettono di andare a scovare una soluzione per tutte le problematiche che sono nate da poco in questo modo in continua evoluzione.

Tra i corsi di formazione migliori dobbiamo allora sicuramente ricordare il corso VMware, un corso che porta alla scoperta di tutti i segreti delle più innovative tecniche di virtualizzazione. Nella sostanza la figura professionale che esce da un corso di formazione di questa tipologia è un esperto del consolidamento dei server, un consolidamento che può risolvere molti problemi alle aziende di oggi.

Pensate per un attimo infatti alla situazione in cui le aziende di oggi si trovano a vivere. Le aziende si trovano immerse in un vero e proprio proliferare incessante di server e sono sempre più dipendenti dalla piattaforma, una dipendenza che ovviamente non è destinata a scemare ma che anzi con molta probabilità crescerà sempre più anno dopo anno. In una situazione di questa tipologia in cui il caos è all’ordine del giorno le aziende possono perdere i loro dati in modo davvero molto semplice e c’è il pericolo che il lavoro inizi ad essere molto più lento rispetto ad una volta. Il consolidamento dei server permette proprio di ovviare a tutti questi problemi. Grazie al consolidamento i dati vengono infatti messi in protezione al cento per cento, impossibile d’ora in avanti perderli. Grazie al consolidamento si diventa sempre meno dipendenti sia dal sistema operativo che dall’hardware, si lavora quindi in modo molto più veloce e con una maggiore libertà. Senza dimenticare poi che con il consolidamento e con la virtualizzazione delle infrastrutture IT è possibile ottenere un grande risparmio energetico e quidni anche un grande risparmio economico.

Un buon corso Vmware può essere seguito presso la scuola Vega, scuola che permette di seguire le lezioni anche in modalità elearning. Non spaventatevi, non si tratta ovviamente delle classiche lezioni registrate che sino a qualche anno fa alcune scuole proponevano e che purtroppo ancora oggi vengono offerte agli studenti più sprovveduti da scuole che non possono di certo essere considerate professionali. Si tratta di lezioni in diretta streaming, sarete quindi presenti in aula ma in modo virtuale. Ovviamente la diretta streaming viene offerta con audio e video di alta qualità e con una grande fluidità nella comunicazione.

GD Star Rating
loading...

Il successo e la diffusione sempre più marcata di dispositivi quali smartphones e tablets hanno segnato la morte di un apparecchio che fino ad un paio di anni fa sembrava riscuotere un buon successo in tutto il mondo: i netbook. I prezzi netbook, infatti, sono sempre stati di molto inferiori a quelli di un classico laptop: se il prezzo minimo di quest’ultimo si aggira intorno ai 500 euro, i prezzi netbook potevano essere anche meno della metà, ovvero sui 200 euro. Caratteristiche del netbook è quella di essere un computer dalle dimensioni molto ridotte, con uno schermo di grandezza variabile tra i 7 ed i 10 pollici e un hardware ridotto quasi all’osso: si capisce quindi che il nome netbook utilizzato per descrivere questo particolare tipo di dispositivo stia ad indicare un piccolo computer adatto perlopiù a navigare su Internet, evitando di immagazzinare grandi quantità di dati dentro l’hard disk. I netbook hanno riscosso un grande successo in tutto il mondo proprio grazie alle loro caratteristiche: piccoli e leggeri, da portare ovunque sempre con sé; prezzi netbook bassi e concorrenziali rispetto a quelli di un normale pc o laptop, destinati in modo particolare a giovani studenti o persone con a disposizione un budget ridotto, da stimare intorno ai 200 – 300 euro; un design accattivante che non pregiudicava la facilità di utilizzo di questi mini computer. Nonostante tutti questi aspetti ed i prezzi netbook sempre a livelli stabili, dopo un paio di anni la febbre da netbook è passata. Come mai? Sicuramente i principali responsabili della morte dei netbook sono stati gli smartphones ed i tablets: con la loro comparsa sul mercato le persone sono state attirate da questo genere di oggetti, mettendo in secondo piano i netbooks, nonostante i prezzi netbook fossero più appetibili di quelli riportati da alcuni modelli di tablets. Questi ultimi, delle specie di netbooks provvisti di tastiera virtuale – o comunque abbinabili ad apposite custode con tastiera – sono stati apprezzati molto dal pubblico grazie al fatto di essere delle vere e proprie novità sul mercato dell’elettronica, nonostante i prezzi netbook spesso e volentieri più bassi di quelli dei tablet.

GD Star Rating
loading...

Una domanda comune sta girando nelle ultime settimane nel web: l’hardware destinato ad un server in hosting dedicato, deve essere elencato con le specifiche al cliente? Quanto se ne interessa il cliente?

Esaminando dal lato del provider, segnalare pezzo per pezzo gli elementi hardware di un server potrebbe “confondere” le idee ad un cliente magari poco pratico, rendendo il servizio hi hosting dedicato più complicato di quanto già gli possa sembrare.

D’altro canto, c’è una fetta di mercato (piccola o grande che sia) fatta di professionisti come webagency o sviluppatori, che utilizza gli hosting dedicati e che vorrebbe essere a conoscenza dei parametri che interessano un server per poter confrontare le varie offerte presenti sul mercato, o anche a capire che tipo di investimento è destinato all’aggiornamento e alla manutenzione del server in hosting dedicato.

Certo è che la spiegazione dettagliata (la posizione dei server, l’hardware, le garanzie, etc..) in tutto e per tutto di un prodotto, potrebbe anche solo sembrare più efficace in quanto esplicita

Anche se si usufruisce di server  assemblati, non è detto che queste specificazioni non siano di eguale efficacia, basterebbe anche solo chiarire  il motivo per il quale si è scelto di assemblare piuttosto che scegliere un preassemblato.

È utile oltretutto, anche specificare le motivazioni che ci spingono a scegliere un fornitore piuttosto che un altro e quali sono le garanzie che questi da rispetto all’altro.

In ogni caso ritengo sia opportuno specificare sicuramente il modello e le caratteristiche salienti che compongono l’hardware. Ritengo meno opportuno magari specificarne le caratteristiche specifiche che riguardano i controller dei server.

Per quanto riguarda gli hosting dedicati, è opportuno oltretutto, specificare magari quale tipo di rack si utilizza e le caratteristiche della webfarm, in modo da restituire al cliente sempre maggiore trasparenza e sicurezza.

Pertanto, per chi no l’avesse ancora fatto, consiglio vivamente una modifica alla pagina dell’hardware dedicato a chi richiede il servizio di hosting dedicato.

I migliori articoli

Tags popolari


Il Bloggatore